Il prezzo del Bitcoin scende sotto i 16.900 dollari mentre i depositi delle balene aumentano di nuovo

Bitcoin perde 17.000 dollari quando le balene iniziano a depositare BTC per gli scambi.

Il prezzo del Bitcoin (BTC) è sceso di nuovo sotto i 16.900 dollari il 27 novembre nelle borse più importanti, tra cui Binance. Il recente ritiro arriva con l’aumento dei depositi di scambio delle balene.

Ki Young Ju, l’amministratore delegato di CryptoQuant, ha riferito che l’indicatore All Exchange Inflows Mean ha raggiunto la „zona di pericolo“. Storicamente, questo ha fatto sì che BTC subisse correzioni a breve termine.

Bitcoin lotta per riguadagnare slancio oltre i 17.000 dollari

Dopo che il prezzo del Bitcoin è sceso brevemente a 16.200 dollari il 27 novembre, ha iniziato a mostrare alcuni segnali di ripresa. È rimasto sopra il livello di 17.000 dollari per oltre 11 ore prima che un’altra gamba scendesse.

A seguito del forte calo del Bitcoin, ci si aspettava una bassa volatilità dei prezzi. Il precedente calo del 26 novembre ha decimato i portafogli di ordini di borsa, in particolare nel mercato dei futures. Centinaia di milioni di dollari di contratti a termine sono stati liquidati in diverse ore, come riportato da Cointelegraph Markets.

Ma non appena le balene hanno cominciato a depositare BTC negli scambi, il prezzo ha cominciato a scendere. Questo suggerisce che probabilmente ci sono stati molti trader che hanno comprato il calo del mercato dei derivati e che potrebbero essere spinti fuori.

Ki ha scritto il 27 novembre:

„Le balene di BTC stanno depositando in borsa. Mi aspetto il dumping nel breve periodo. Tutte le Borse hanno raggiunto 2 BTC (144 blocchi MA). Penso che siamo in una zona di pericolo. È probabile che il prezzo vada di traverso o che scenda quando le balene sono attive in borsa“.

Alcuni trader, come lo pseudonimo dell’investitore Bitcoin conosciuto come „Bitcoin Jack“, hanno previsto questo scenario. Ha detto che gli investitori probabilmente si affretterebbero ad acquistare il ribasso in anticipo, portando ad un altro calo.

Il 26 novembre, dopo aver previsto un picco vicino al massimo storico, il trader ha detto:

„Un altro fatto provato: quando il prezzo corregge lo stile Bitcoin, il 90% comprerà troppo presto e quando il prezzo scende, venderà il fondo“.

Seguendo la previsione iniziale, il trader ha anche detto che il Bitcoin probabilmente scenderà o si consoliderà per una settimana prima di iniziare a macinare verso l’alto.

Dov’è il fondo?

Le aspettative del fondo Bitcoin a breve termine variano. Alcuni trader si aspettano che il livello di $16.000 si mantenga, mentre altri prevedono $15.000 e persino $14.000.

Un trader pseudonimo noto come „Beatlorion“ ha detto che un calo al di sotto dei $15.000 è diventato una possibilità. Anche se BTC potrebbe non scendere così in basso, il trader ha detto di sentirsi più fiducioso nel shorting che nel desiderio in questo ambiente.

Ha detto:

„Ho chiuso i miei long, non mi fido di questo rimbalzo e sono rientrato in posizione short. Alla ricerca di un dump al di sotto dei 15.000 dollari. Mi aspettavo qualcosa del genere. Ho fatto delle soste nel caso in cui mi sbagliassi, ma mi sento meglio a cortocircuitare questo che a desiderare“.

Nel frattempo, il popolare trader di Bitcoin Tone Vays ha detto il 25 novembre che si aspetta che alla fine Bitcoin scenda ancora di più al livello di supporto di 14.000 dollari.

Come riportato da Cointelegraph Markets, questa zona da $14.000 dovrebbe servire come supporto cruciale, in quanto ha segnato la vetta del ciclo dei tori nell’estate del 2019.